Breguet Le Quai de l’Horloge n° 3 per iPad è Online (GRATIS) Replica svizzera

Save

Breguet Le Quai de l’Horloge n° 3 per iPad è Online (GRATIS)

Di Le Quai de l’Horloge ne avevamo già parlato: il n° 3 prosegue mescolando le creazioni contemporanee della Maison e la sua lunga storia.

In questa edizione molto spazio è stato riservato al rivoluzionario Classique Chronométrie 10Hz annunciato la prima volta a Baselworld 2012 cui, oltre a presentare un bilanciere con spirale in silicio in grado di naturalmente mantenere la famosa curva Breguet, vibra a 72.000 alternanze/ora. Ma la vera innovazione di questo segnatempo è di aver messo il magnetismo, fenomeno da sempre nemico dell’orologeria meccanica, al servizio della precisione. Infatti, nel suo Calibro gli orologiai Breguet hanno inserito alle estremità del perno della ruota del bilanciere due terminali calamitati che migliorando la sua centratura – e conseguentemente quella della molla a spirale libera – dovrebbero favorire l’insorgere di oscillazioni più isocrone a prescindere dalla postura o degli shock.

Oltre a trattare delle innovazioni un’altra parte della rivista online è dedicata ad approfondire il lavoro degli artigiani tornitori, coloro che dietro apposite macchine si occupano di creare, in particolare sui quadranti, le famose incisioni a guillochage seguendo una tecnica che fu inventata dal maestro oltre 200 anni fa e, per quanto spesso reinterpretata, fu sin da allora sposata da tutti i marchi di orologeria di lusso.

Save

“Homage Nicolas G. Hayek”

Quindi si passa al capitolo dedicato all’Atelier de Grandes Complications cui foto appena sopra svelerebbe in anteprima uno scorcio del quadrante di un orologio grande complicazione in via di costruzione. Si tratta del “Homage Nicolas G. Hayek” e come si evince facilmente dal nome sarà realizzato per ricordare il grande capofamiglia artefice del rilancio del marchio scomparso nel 2010, e sarà nel suo genere uno tra gli esemplari più complicati mai visti prima.

L’applicazione prosegue pescando qua e la argomenti dagli scritti del maestro e da aneddoti sulle sue relazioni con il mondo aristocratico del suo tempo.

Molto ben realizzata graficamente, è disponibile solo in lingua francese e inglese. Forse complice il fatto che sul mio iPad non l’aggiornavo dalla prima uscita è molto lenta da caricare, ma solo la prima volta.

Devo cominciare questa prova con delle scuse personali a Breguet. Scuse dovute e forse tardive. Non ha infatti tanto senso che un’amante degli orologi come me non abbia mai avuto al polso un Breguet. Eppure ho sempre amato il marchio per quel che rappresentava, per la sua storia, per la sua gloria. Fama di cui hanno parlato anche scrittori di fama mondiale. Ne cito due come esempio. Estrasse il più bell’orologio piatto che avesse mai fatto Breguet: “Guarda, sono le undici, sono stato mattiniero” (Balzac) Un Dandy che va sui boulevard vi ozia a suo piacere, finchè il vigile Breguetlaan 5 Replica gli ricorda che è mezzogiorno. (Luskin)Se devo dire il vero, avevo sempre avuto un pensiero tutto mio su Bregunet, e cioè che fosse rimasta troppo uguale a se stessa negli anni con le sue casse, le sue anse, le sue sfere….Mi sbagliavo! Avere al polso un Breguet, nel mio caso il Marine 5817 in oro giallo, è qualcosa davvero molto speciale. Mi ha dato subito l’impressione, malgrado il Marine sia abbastanza recente per gli standard Breguet, di avere al polso un pezzo di storia. Si perché Breguet ha scritto, come poche altre maison, la storia dei segnatempo. Fra tutti, sicuramente, il tourbillon è il più famoso ma tante altre sue invenzioni hanno contribuito a far si che gli orologi da polso siano quel che sono oggi. Il Marine è un orologio semplice; molto Bregunet, ma molto semplice. Con il suo cinturino in gomma, la deplo in oro massiccio, la sua cassa tonda da 39 mm, la sua gran data, il quadrante in parte inciso, le sfere Breguet….

La potete trovare gratis su App Store a questo link.

contaminuti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *